fbpx

Cimicifuga racemosa e menopausa: un'alleata naturale per il benessere della donna

La Cimicifuga racemosa, nota anche come Actaea racemosa o Black Cohosh, è una pianta perenne della famiglia delle Ranunculaceae.

Originaria del Nord America, tipica delle zone più umide e parzialmente soleggiate, è detta anche “erba delle donne”; non a caso, è stata usata per secoli nella tradizione dei nativi americani, nella preparazione di rimedi utili per i disturbi femminili. Solo in tempi più recenti, dalla seconda metà del secolo scorso, è stata introdotta nell’erboristeria occidentale. Per quale motivo? In primis, per alleviare i disturbi della menopausa.

Più in dettaglio, sono le radici (rizomi) della pianta, raccolte in autunno, la fonte di più sostanze naturali, usate nello sviluppo di integratori alimentari efficaci nel mitigare i fastidi associati alla menopausa. Questa attività è stata dimostrata da diversi studi clinici.

Benefici della Cimicifuga racemosa in menopausa

Più studi scientifici indicano che la Cimicifuga racemosa può essere efficace nel ridurre una serie di disagi comuni della menopausa. In particolare, sembra che possa essere d’aiuto per alleviare le vampate di calore, l‘insonnia, l’irritabilità e i disturbi dell’umore, spesso associati a questa fase della vita di una donna.

donna in menopausa con vampata di calore

Uno studio pubblicato sul Journal of Obstetrics and Gynaecology Research ha riscontrato che le donne che assumevano Cimicifuga racemosa sperimentavano una diminuzione significativa delle vampate di calore rispetto a quelle che ricevevano un placebo.

In modo analogo, uno studio del 2013 ha riscontrato che questa pianta può avere effetti significativi sulla riduzione dei sintomi tipici della menopausa.

Come assumere la Cimicifuga per la menopausa

donna matura stressata che guarda dalla finestra tenendosi una mano sulla tempia

La Cimicifuga racemosa è disponibile in diverse forme, compresi estratti, capsule, tisane e tinture. Di solito, è consigliato assumere la Cimicifuga in menopausa come integratore alimentare, in capsule o in compresse, meglio in estratto titolato in triterpeni glicosidici.

Se è vero che la Cimicifuga racemosa allevia in modo naturale i fastidi della menopausa, altri benefici arrivano dall’uso combinato dell’olio essenziale di lavanda.

Ecco alcuni dei benefici più conosciuti:

1. Gestione dello stress

La Lavanda, in olio essenziale è utile per il suo effetto rilassante.

2. Miglioramento del sonno e dell’umore

La Lavanda ha un effetto rilassante in caso di insonnia e per ottenere un sonno migliore, più riposante. Inoltre, la Lavanda aiuta a migliorare il tono dell’umore contrastando l’irritabilità.