Boswellia, tutte le proprietà di un antico rimedio naturale

La resina della Boswellia, nota anche come frankincenso o olibano, è nota da secoli; è stata menzionata in numerosi testi antichi, a partire da un papiro datato intorno al 1.500 a.C. Apprezzata da molte civiltà, la resina di Boswellia un tempo era considerata, insieme all’oro e all’avorio, un bene prezioso per il commercio e il baratto.1

Le specie della Boswellia sono alberi o arbusti, frequenti nell’Africa nord-orientale, ma anche nelle regioni aride dell’Africa tropicale, in India o nel Madagascar.1

Gli alberi di Boswellia, quando sono tagliati, trasudano una resina gommosa, che viene raccolta raschiando la corteccia dell’albero. Per esempio, in Oman, dove crescono e vengono coltivati gli alberi di Boswellia, la resina biancastra viene raschiata via dall’albero con uno strumento di ferro o raccolta su stuoie di palma a terra mentre gocciola, a partire da dicembre, con un picco da marzo a maggio.1

Attualmente il frankincenso è ampiamente utilizzato come incenso, nelle chiese cristiane cattoliche così come in altre tradizioni religiose e secolari. È anche un componente importante di profumi e articoli da toeletta. In commercio sono presenti anche gli integratori a base di boswellia. 1

Boswellia, cos'è? Conosciamo meglio il "frankincenso"

Sono oltre 200 le sostanze presenti nella resina della Boswellia; molte di loro possono mostrare proprietà salutistiche, in particolare gli acidi boswellici. Tuttavia, è importante tenere in considerazione che le varie specie di Boswellia contengono concentrazioni diverse dei singoli componenti per cui le eventuali proprietà possono essere differenti.

La Boswellia serrata è un albero di modeste dimensioni originario dell’India, del Medio Oriente e dell’Africa del nord. Nella tradizione ayurvedica è nota per le sue azioni antisettiche e astringenti. L’estratto di Boswellia è anche utilizzato come profumo e aroma (frankincenso).2

Nell’ambito della cosmesi, la Boswellia serrata svolge un ruolo importante come componente nelle creme per la pelle acneica ma presenta anche proprietà in termini di miglioramento del tono della pelle. Grazie alle sue proprietà astringenti favorisce la riduzione delle rughe e può essere impiegato sulle pelli mature.3

A che serve la Boswellia? Proprietà e benefici

Con oltre duecento sostanze presenti nella resina, è facile immaginare come possano essere varie le azioni di questa sostanza a livello della fisiologia del corpo umano. La tradizione affida alla resina di Boswellia numerose proprietà: 1

  • nel vicino Oriente si pensava possedesse proprietà psicoattive, antinfiammatorie e cicatrizzanti
  • in Etiopia, dove gli alberi di Boswellia sono autoctoni, si riteneva che avesse un effetto tranquillante
  • in Kenya veniva tradizionalmente utilizzato per medicare le ferite e, se mescolato con olio di sesamo, veniva anche assunto per ridurre la perdita di sangue nelle urine dovuta all’infestazione da schistosomiasi
  • in India, l’uso tradizionale le attribuiva proprietà antinfiammatorie per cui se ne consigliava l’uso in diverse condizioni, tra cui il morbo di Crohn, le malattie artritiche e l’asma
  • in Cina era un componente di numerosi rimedi per la pelle, compresi quelli per contusioni e piaghe infette

Infine la Boswellia potrebbe essere utile nel benessere delle articolazioni e dei muscoli.1

Come già detto, l’estratto di Boswellia presenta attività antietà, ridonando tono alla pelle matura e agendo sulle cicatrici lievi. In alcuni casi è stato impiegato anche come rimedio topico per i lividi e gli ematomi.3

La resina di Boswellia potrebbe quindi costituire un utile supporto nutrizionale per il benessere della persona.1

Preziosi effetti contro le tensioni muscolari

Dopo un’attività sportiva intensa oppure dopo aver trascorso molte ore davanti al computer o alla televisione,  può capitare di provare della tensione muscolare, in quest’ultimo caso al collo o alle spalle. In queste situazioni si possono provare sensazioni come: 3

  • fastidio
  • ridotta capacità di muoversi

Normalmente un po’ di riposo è sufficiente a far ritrovare il benessere muscolare, tuttavia è anche possibile utilizzare delle creme che possono aiutare a recuperare.4

La Boswellia si è dimostrata utile, nella formulazione in crema, per aiutare a contrastare la tensione muscolare in assenza di una causa organica, come quello che si verifica nelle tensioni muscolari, una condizione normalmente benigna che non rende necessario il trattamento con farmaci ma che è molto frequente e fastidiosa negli adulti.4

Integratori con Boswellia: la combinazione vincente di più principi attivi

Oltre che nella formulazione in crema, la Boswellia è anche utilizzata spesso all’interno di integratori alimentari per il mantenimento del benessere muscolare.

Quando utilizzata per la tensione muscolare, la Boswellia può unire la sua funzione a quella di altre sostanze che con diverso meccanismo contribuiscono a combattere questa fastidiosa tensione. Uno di queste è il magnesio, che contrasta la sensazione di tensione muscolare.5

Bibliografia

  • Moussaieff A, Mechoulam R. Boswellia resin: from religious ceremonies to medical uses; a review of in-vitro, in-vivo and clinical trials. J Pharm Pharmacol. 2009 Oct;61(10):1281-93. doi: 10.1211/jpp/61.10.0003. PMID: 19814859.
  • Boswellia Serrata. NCBI Bookshelf (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK563692/)
  • Alraddadi BG and Shin HJ. Cosmetics 2022; 9: 119.
  • Hu S, Belcaro G, Cesarone MR, et al. A sport cream (Harpago-Boswellia-ginger-escin) for localized neck/shoulder pain. Minerva Med. 2021. Apr;112(2):255-260. doi: 10.23736/S0026-4806.20.06819-6. Epub 2020 Sep 3. PMID: 32880419.
  • Reno AM et al. J Strength Cond Res 2022;36(8): 2198-2203.